La storia della Sacchettini Colorati Onlus e’ punteggiata di coincidenze, che iniziano a sembrare sempre meno casuali ma frutto di un disegno preciso, di cui gli associati sono piacevoli spettatori.

Ricordiamo che la precedente si e’ verificata in data 8 Maggio 2012: una psicologa ha contattato l’associazione nello stesso giorno in cui una delle associate era sotto i ferri per l’intervento di stomia.
La psicologa ha parlato con Paolo, uno dei fondatori, e nel corso della telefonata ha scoperto che erano in classe assieme alle medie.
Si sono risentiti dopo 22 anni che non si sentivano più. Ventidue anni. Nell’esatto giorno in cui una persona dell’ associazione veniva operata di ileostomia…

Ora: nella giornata di Ogni Santi, ieri, un’ altra coincidenza.
Due ragazze, entrambe con urostomia, si sono ritrovate dopo 14 anni senza che nessuna delle due si fosse mai più sentita con l’altra.
E’ stata infatti organizzata una piccola ‘gita’ per salutare una delle due che abita a 70 km da Varese.
Tra i partecipanti anche una nuova associata che abita in zona Legnano.
Nel corso del pranzo le due ragazze hanno scoperto, come un flasch, che in realta’ l’essersi presentate quella mattina e’ stato un’inutile convenevole: ben 14 anni prima erano gia’ amiche, fianco a fianco, nel letto di ospedale dove entrambe sono state operate per urostomia a Magenta. Stessa camera.

Da allora avevano perso ogni traccia una dell’ altra, al punto che quasi non si stavano riconoscendo.

Ed ora, con una giornata fatta di sorrisi, scoperte, allegria, confidenze e qualche lacrima di gioia e sospiri, si sono ritrovate!!!
Ritrovate per non perdersi più, per essere, se utile, fianco a fianco a sorreggersi, o anche solo a dire “se utile per il tuo Bene: io ci sono, ancora”

Una piacevole coincidenza, che fa molto riflettere: sono molte, come questa, nella storia della Sacchettini Colorati Onlus

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *